Gli errori da non fare quando si misura la pressione

La misurazione della pressione è sicuramente un’attività molto semplice e veloce, e può essere effettuata dal medico di famiglia o presso le farmacie. Tuttavia oggi molte persone vogliono effettuare questo tipo di misurazione anche a casa propria in completa autonomia, ogni volta che ne sentono l’esigenza.

Si tratta sicuramente di un’abitudine intelligente perché richiede pochissimi secondi e può scongiurare l’insorgenza di complicazioni anche molto gravi.

Detto questo è importante adottare alcuni semplici accorgimenti per non commettere errori che falserebbero le misurazioni portandoci a trarre conclusioni errate.

Quando misurare la pressione? Un momento vale l’altro?

E’ del tutto fondamentale che la pressione venga misurata quando sei a riposo. Farlo al rientro in casa dopo una corsa, o dopo aver fatto le rampe di scale è assolutamente da evitare. Puoi scoprire anche ulteriori dettagli sui momenti migliori per misurare la pressione andando a vedere l’articolo “A che ora misurare la pressione”?

Detto questo come principio generale, occorre anche prestare attenzione ai seguenti errori comuni che molti commettono:

 

1. Posizionare braccio e bracciale in maniera scorretta

E’ importante prestare attenzione alla posizione del bracciale usato per la misurazione, e a quella del braccio che deve essere appoggiato sul piano di un tavolo, in modo che il bracciale resti all’altezza del cuore. Misurati sempre la pressione mentre sei seduto, a riposo da almeno 5 minuti, in un ambiente tranquillo, e con temperatura confortevole.

Sono quindi da evitare situazioni e/o posizioni diverse, che possono creare instabilità nella circolazione del sangue, e far aumentare i valori delle misurazioni anche di 10 punti (mmHg) rispetto a quelli reali.

Inoltre il braccio deve essere assolutamente scoperto, e l’anello va posizionato sulla pelle nuda. Misurare la pressione sopra gli indumenti potrebbe falsare il risultato anche di 50 mmHg.

Ora, molte persone si chiedono: “Su quale braccio si misura la pressione?”.

Sinteticamente qui ti rispondo che sarebbe opportuno valutare questa informazione sul manuale d’istruzioni del tuo specifico dispositivo, e che in genere esiste comunque una differenza fisiologica rilevando la pressione sul braccio sinistro o sul braccio destro.

Se vuoi approfondire questo aspetto ti rimando all’articolo specifico di riferimento “Su quale braccio misurare la pressione” in cui ti svelo anche un aspetto poco conosciuto e che puoi sfruttare subito per migliorare l’efficacia della tua attività di prevenzione della salute.

 

2. Sedersi in maniera scomoda

Come abbiamo detto prima, la misurazione della pressione va effettuata stando seduti.

Tuttavia è necessario adottare una posizione comoda e rilassata, avendo cura di sostenere la schiena (che deve essere quindi ben appoggiata allo schienale) e mantenendo entrambi i piedi ben appoggiati al pavimento.

In tal senso, misurare la pressione con le gambe accavallate potrebbe falsare il dato anche di 10 mmHg. Inoltre, per le ragioni esposte poc’anzi, sono anche da evitare gli sgabelli senza schienale, o troppo alti per consentire un appoggio adeguato dei piedi durante le misurazioni.

3. Trattenere la pipì prima della misurazione

Questo è un errore molto diffuso, perché tra i non addetti ai lavori in pochi sono a conoscenza di questa informazione.

Tuttavia, ricorda che la vescica piena falsa inevitabilmente la misurazione. Pertanto, se ci si dovesse accorgere dello stimolo alla minzione durante la misurazione, occorre ripeterla dopo essere andati in bagno.

 

4. Parlare durante la misurazione

Quando si misura la pressione occorre restare in silenzio.

E’ senz’altro bene ricordarlo, visto che spesso, la forza dell’abitudine, ci porta ad esempio all’uso del telefono durante i “tempi morti”. Potremmo quindi essere tentati di mandare un messaggio vocale, o semplicemente rispondere ad una chiamata. Anche in questo caso la misurazione può aumentare di 10 punti.

In generale quindi devi ripeterla tutte le volte che ti accorgi di aver parlato durante la rilevazione, ad esempio per rispondere a qualcuno in casa, che nell’altra stanza non si è accorto che ti stavi misurando la pressione.

 

>>Oltre a questi errori banali di utilizzo degli strumenti ci sono anche altri due errori, spesso sottovalutati, che riguardano proprio la natura stessa degli strumenti utilizzati.<<

 

5. Usare un apparecchio di misurazione inadeguato

Potrebbe accadere che tu abbia già in casa un apparecchio per misurare la pressione, ma non è detto che vada bene per te. Ad esempio:

Il misuratore manuale, chiamato tecnicamente sfigmomanometro aneroide, è quello che usa il medico ma richiede conoscenze specifiche per utilizzarlo correttamente. Se non sei un professionista rischi di ottenere misurazioni errate.

Il misuratore elettronico da dito, per quanto in genere sia invece completamente automatico, restituisce spesso valori inattendibili. La stessa cosa vale anche per dispositivi ormai datati, o con caratteristiche tecniche di scarso valore, acquistati a pochi euro nei cestoni dei supermercati.

 

6. Usare un bracciale della dimensione sbagliata

Il bracciale deve essere della misura corretta in base al proprio braccio. Bambini o adulti molto magri avranno bisogno di un bracciale più stretto, mentre persone molto muscolose oppure con problemi di obesità avranno bisogno di bracciali più larghi.

Devi verificare che il bracciale regolabile sia compatibile alla circonferenza del tuo braccio (e di tutte le persone che effettuano la misurazione). Ricorda che la misura della circonferenza del braccio va presa a metà tra la spalla ed il gomito. Verifica poi se questo dato è compreso tra i limiti di regolazione del bracciale. 

Un bracciale troppo stretto infatti potrebbe fornire dei valori più alti di quelli reali, mentre un bracciale troppo largo potrebbe fornire dei valori più bassi.

 

 

 

La misurazione della pressione è un’attività molto semplice e veloce. Tuttavia è importante effettuarla nella maniera corretta e utilizzando i dispositivi di misurazione adeguati per ottenere il massimo beneficio. Farlo in maniera costante nel tempo può rivelarsi un vero e proprio salva-vita e prevenire in maniera efficace l’insorgere di ictus e infarti.

Se desideri ottenere maggiori informazioni su questo argomento, magari personalizzate in base alla tua situazione, e se vuoi scoprire nel dettaglio il nostro sistema di prevenzione della salute basato sulla telemedicina preventiva, (concetto che abbiamo creato e portato per primi in Italia) allora puoi chiamare il numero

tel. 0421 1810085

e fissare un incontro con uno dei nostri Health Coach (Allenatori della Salute) per un incontro personalizzato di approfondimento. Saprà anche consigliarti i migliori dispositivi da utilizzare per non commettere errori, e darti moti consigli utili per la tua salute ed il tuo benessere.

 

 

 

Lascia un commento